Stampa Articolo

Suggerisci ad un amico

PROFESSIONI E FORMAZIONE

L'Ortopedico

L’osso duro della Formazione

in collaborazione con la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT)

 

 

Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia

L’evento formativo più qualificante e più idoneo alla professionalità dei chirurghi ortopedici è quello della formazione a distanza rispetto ai tradizionali eventi residenziali, in quanto può essere seguito facilmente senza il bisogno di raggiungere la sede dei convegni con spesa di risorse e costi.


Inbox

via Nicola Martelli, 3

00197 Roma (RM)

 

tel. 06 80691593

fax 06 80687266

 

segreteria@siot.it

www.siot.it

 

97° Congresso Nazionale SIOT

10/14 novembre 2012

Marriott Rome Park Hotel

O.I.C. srl

Temi congressuali: le lesioni capsulo-legamentose acute e le protesi dolorose

     

    ForumECM dedica questo numero ad una professione medica che affonda le proprie radici in epoche lontane: l’ortopedia. I primi dispositivi ortopedici risalgono infatti al IV secolo a.C. e se ne riconosce il merito ad Ippocrate, a cui si devono tra l’altro alcune tecniche ancora attualmente utilizzate.

     

    Una professione antica ma che nel tempo, con l’evolversi della conoscenza, della ricerca e delle tecnologie si è sviluppata compiendo un grande salto evolutivo soprattutto in relazione alla scoperta di nuovi materiali e procedure chirurgiche sempre più all’avanguardia.

     

    Oggi l’ortopedico svolge un ruolo di notevole importanza nel campo della chirurgia e nell’ambito della salute pubblica.

     

    Attualmente, in Italia migliaia di persone sono colpite da patologie riguardanti l’apparato muscolo-scheletrico: dalla comune artrosi ai traumi, fino alle patologie più complesse di tipo tumorale e di tipo congenito.

     

    A livello mondiale così come nel nostro Paese, queste forme patologiche sono la causa più nota e più comune di disabilità, rappresentando il 50 per cento delle patologie croniche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, con un elevato impatto sui sistemi di assistenza sanitaria e sociale, oltre che sulla vita dei singoli e della collettività.

     

    Negli ultimi anni è stato assai rilevante l’avanzamento delle conoscenze nei vari ambiti della chirurgia ortopedica, che ha visto sorgere al suo interno branche super-specialistiche, quali la chirurgia vertebrale, la chirurgia della mano, l’oncologia ossea, la microchirurgia, oltre alle specializzazioni più comuni come la chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio, della caviglia e della spalla.

     

    Ad oggi l’evoluzione della strumentazione e dei materiali, delle metodiche chirurgiche e delle biotecnologie mettono a disposizione dello specialista un’arricchita gamma di soluzioni tecniche che permettono di trattare il paziente con livelli di cura di grande eccellenza.

    Ogni anno sono circa 20.000 le protesi impiantate in pazienti under 65 e 5.000 quelle inserite in persone con meno di 50 anni; le protesi del futuro saranno sempre più tecnicamente affidabili e durature, impiantate con tecniche di alta precisione sotto controllo informatico.

    L’utilizzo delle conquiste biotecnologiche permette inoltre di ricostruire la massa ossea là dove sia mancante con maggiore probabilità di successo.

     

    La Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT) promuove da sempre questo lavoro di ricerca dell’eccellenza scientifica, diagnostica e clinica fornendo strumenti di aggiornamento professionale e favorendo un costante scambio culturale in Italia e all’estero tra gli specialisti ortopedico-traumatologi.

     

    L’aggiornamento degli specialisti in Ortopedia e Traumatologia è organizzato dalla SIOT con incontri residenziali quali congressi, convegni e workshop, nel corso dei quali è possibile apprendere attraverso un dialogo diretto con esperti nazionali ed internazionali tutte le tecniche più innovative e discuterne i contenuti; altra metodica di Formazione Continua in Ortopedia è la FAD, sulla quale la SIOT da circa due anni ha puntato con particolare determinazione.

    I Soci della SIOT sono dotati di una ECM card attraverso la quale possono accedere ai corsi ECM progettati in collaborazione con le Società Superspecialistiche affiliate e pubblicati sul sito istituzionale www.formazione.siot.it.

    Questa metodica formativa ha trovato una vasta partecipazione fra i circa 5.000 soci specialisti ortopedici che hanno in gran numero completato i corsi acquisendo crediti ECM.

     

    Corsi ECM attivi per il 2012

     

    • La chirurgia della cuffia dei rotatori: aspetti biologici e tecnici 

    a cura di SIOT in collaborazione con la Società Italiana di Chirurgia del Ginocchio, Artroscopia, Sport, Cartilagine e Tecnologie Ortopediche (SIGASCOT) Data di attivazione: dicembre 2011

    • Le patologie dell'anca: approccio medico chirurgico in artroscopia 

    a cura di SIOT in collaborazione con la Società Italiana di Andrologia (SIA) Data di attivazione: dicembre 2011

    • Tissue Sparing Surgery in chirurgia protesica: chirurgia di risparmio dei tessuti e delle complicanze? 

    con il contributo scientifico di SIOT Formazione Data di attivazione: dicembre 2011

    • Clinical Risk Management nella gestione clinico-chirurgica del paziente con patologia osteo-artrosica (maggio 2012) 

    Data di attivazione: 14 maggio 2012

    • Gestione del dolore in ortopedia e approccio normativo 

    Data di attivazione: giugno 2012

     

    Corsi di prossima pubblicazione

     

    • La riparazione ossea: i fattori meccanici e biologici in gioco (giugno 2012) 

    a cura di SIOT in collaborazione con il Club Italiano Osteosintesi (CIO) 

    • Stenosi del canale vertebrale 

    a cura di SIOT in collaborazione con il Gruppo Italiano Scoliosi (GIS)

    • Spalla – Gomito e Riabilitazione 

    "Trattamento chirurgico delle fratture di testa radiale"

    "Riabilitazione nelle rigidità di spalla e gomito"

    a cura di SIOT in collaborazione con la Società Italiana di Chirurgia della Spalla e del Gomito (SICSeG)

    • Inquadramento dell’instabilità acuta del gomito 

    con il contributo scientifico di SIOT Formazione

    Coordinamento Scientifico a cura della SICeSG

    • Chirurgia d’attesa alla protesizzazione nella displasia d’anca 

    con il contributo scientifico della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica (SITOP)

    • La displasia dell'anca nell'adulto 

    a cura di SIOT in collaborazione con la Società Italiana dell’Anca (SIdA)

    • Le patologie dell’anziano età correlate: osteoporosi e osteoartrosi. Interazioni e diversità 

    in collaborazione con il Gruppo Italiano di Studio in Ortopedia dell’Osteoporosi Severa (GISOOS),

    l’Associazione Italiana di Traumatologia ed Ortopedia Geriatrica (AITOG) e la Società Italiana di Chirurgia dell’Osteoporosi (SICOST)

    Data di attivazione: settembre 2012

     

    Inoltre la SIOT cura la pubblicazione di una rivista indicizzata ufficiale in inglese, il Journal of Orthopaedics and Traumatology (JOT), ed una in italiano, il Giornale Italiano di Ortopedia e Traumatologia (GIOT), con il duplice scopo di uno scambio internazionale sulle osteoscienze (JOT) e di una informazione capillare agli iscritti sulle evidenze cliniche e le tecniche in uso a livello nazionale (GIOT).

     

     

    12 ottobre 2012



    PRECEDENTI ARTICOLI