Stampa Articolo

Suggerisci ad un amico

PROFESSIONI E FORMAZIONE

Il Cardiologo

Al cuore della formazione continua

in collaborazione con la Società Italiana di Cardiologia (SIC)

 

 

Società Italiana

di Cardiologia

Interview

Prof. Salvatore Novo

Presidente SIC

La Formazione a Distanza rispetto ai tradizionali eventi residenziali presenta l’indubbio vantaggio di poter essere regolata dai ritmi personali e lavorativi di chi si vuole aggiornare e lo può fare senza muoversi dalle proprie sedi. A ciò si aggiunga che il contenimento dei costi appare attrattivo in un momento di riduzione delle risorse

via Po, 24

00198 Roma

 

tel. 06 85355854

fax 06 85356927

 

segreteriascientifica@sicardiologia.it

www.sicardiologia.it

 

La figura del Cardiologo ha sempre rivestito e riveste ancora oggi un ruolo di notevole importanza non solo perché il cuore è un organo vitale, indispensabile per la vita, ma anche per il fatto che le malattie cardio-vascolari rappresentano la più importante causa di morbilità e mortalità nel mondo occidentale.

 

Grazie ai traguardi ottenuti in medicina, la probabilità di sopravvivenza dei pazienti affetti da patologie cardiologiche è andata via via aumentando. L’evoluzione incalzante della tecnologia, ha permesso un miglioramento delle procedure chirurgiche e delle tecniche diagnostiche in grado quest’ultime di garantire diagnosi precoci e addirittura, in una certa percentuale di casi, l’attuazione di procedure di prevenzione. A ciò si aggiungano i notevoli passi avanti fatti nella ricerca in termini di nuovi farmaci.

 

Le competenze del cardiologo si sono quindi estese oltre che alla cura delle malattie cardiovascolari, quali ad esempio lo scompenso cardiaco e le anomalie del ritmo, anche alla prevenzione cardiovascolare e alla riabilitazione del paziente operato.

 

Le conoscenze della fisiologia, della fisiopatologia e della patologia della circolazione e del cuore costituiscono le fondamenta del sapere medico e dell’insegnamento nella formazione degli studenti di Medicina e, a maggior ragione, degli Specializzandi in Cardiologia, nonché dei Dottorandi di Ricerca, quale presupposto per il raggiungimento di una corretta diagnosi e di un adeguato trattamento delle cardiopatie.

 

Negli ultimi 20 anni la Cardiologia ha avuto un rapido sviluppo, che ha determinato una riduzione della mortalità per le patologie cardiache in fase acuta, grazie all’introduzione di farmaci trombolitici e antitrombotici e dell’angioplastica coronarica percutanea, tecnica indicata per la rivascolarizzazione di arterie coronarie ostruite parzialmente o totalmente da placche aterosclerotiche.

 

Parallelamente però si è osservato un aumento dell’incidenza e della prevalenza delle patologie croniche, quali ad esempio la cardiopatia ischemica cronica e l’insufficienza cardiaca, che hanno modificato profondamente le caratteristiche della popolazione affetta da patologie cardiovascolari. L’introduzione di tecnologie avanzate nel trattamento delle patologie della conduzione (pacemaker e defibrillatori impiantabili) e della contrazione cardiaca (device biventricolari, cuore artificiale e device di assistenza ventricolare), ha determinato la necessità di un aggiornamento rapido e costante della classe medica specialistica.

Le tecnologie vengono aggiornate costantemente come pure le terapie e il cardiologo deve conoscere tutte le opzioni di trattamento per offrire al paziente il miglior livello di diagnosi e di cura.

L’aggiornamento diviene il mezzo più rapido e sicuro per acquisire in tempi brevi le informazioni necessarie per la Good clinical practice.

 

L’aggiornamento del Medico Cardiologo si avvale sia di metodi tradizionali quali congressi, convegni e workshop, nel corso dei quali è possibile sviluppare un dialogo diretto con gli esperti dell’argomento, sia di metodi innovativi (FAD), che consentono una maggiore fruibilità potendovi accedere anche dal luogo di lavoro durante le ore dedicate alla formazione.

 

In tal senso la Società Italiana di Cardiologia (SIC) si è attivata per venire incontro alle esigenze della categoria dei cardiologi organizzando numerosi e diversi percorsi formativi.

Molti sono i percorsi formativi che la SIC ha dedicato e dedicherà trattando ed approfondendo gli argomenti in merito a:

  • Aritmie
  • Cardiopatia ischemica
  • Cardiologia interventistica
  • Cardiopatie congenite
  • Circolazione polmonare e valvulopatie
  • Epidemiologia, prevenzione cardiovascolare e riabilitazione
  • Formazione, ricerca e tele-cardiologia
  • Genetica e biologia molecolare
  • Imaging cardiovascolare
  • Insufficienza cardiaca
  • Ipertensione arteriosa
  • Miocardiopatie
  • Vasculopatie periferiche e stroke
  • Dislipidemia
  • Fibrillazione atriale
  • Stenosi valvolare.

 

Molti eventi scientifici organizzati dalla SIC sono disponibili in formato digitale, o sul sito istituzionale www.sicardiologia.it o su CD-ROM. Questo consente a chi non ha potuto partecipare fisicamente ad alcuni eventi, di realizzare una partecipazione virtuale e a chi ha partecipato di rivedere nuovamente gli eventi scientifici di particolare interesse. La formazione a distanza è una esigenza del medico che ottiene di poter acquisire le informazioni nei tempi a lui più consoni.

 

Con l’intento di realizzare occasioni di incontro e di collaborazione fra i professionisti, sul sito istituzionale della SIC è dedicato inoltre uno spazio a gruppi di studio per i diversi settori della cardiologia quali:

  • Anatomia e Patologia Cardiovascolare
  • Applicazioni della RM
  • Aritmologia e Cardiostimolazione
  • Assistenza Tecnica ed Infermieristica in Cardiologia
  • Biologia Cellulare e Molecolare del Cuore
  • Cardiologia Geriatrica
  • Cardiologia Interventistica
  • Cardiologia Nucleare e TAC in Cardiologia
  • Cardiomiopatie e Malattie del Pericardio
  • Cardiopatie Congenite
  • Circolazione Periferica
  • Circolazione Polmonare e Funzione Ventricolare Destra
  • Ecocardiografia
  • Elettrofisiologia della Cellula Miocardica
  • Emergenze e Urgenze Cardiocircolatorie
  • Epidemiologia Clinica e Prevenzione Cardiovascolare
  • Farmacologia Clinica Cardiovascolare
  • Fisiologia dell'esercizio, Cardiologia dello Sport e Riabilitazione Cardiovascolare
  • Fisiopatologia Coronarica e Microcircolazione
  • Flebologia
  • Funzione Miocardica
  • Insufficienza Cardiaca
  • Ipertensione Arteriosa e Cuore
  • Malattie Cardiovascolari di Genere
  • Patogenesi dell’aterosclerosi
  • Telecardiologia e Informatica
  • Trombosi
  • Valvulopatie.

 

Inoltre per migliorare la capacità di eseguire una diagnosi elettrocardiografica corretta delle tachicardie è attivo sul portale della SIC un corso interattivo basato sull’analisi di 56 elettrocardiogrammi, divisi in 2 sessioni, dove per ciascun ECG il lettore dovrà fornire prima la propria diagnosi, e solo successivamente potrà leggere la spiegazione.

 

29 Marzo 2012



PRECEDENTI ARTICOLI