Stampa Articolo

Suggerisci ad un amico

FORMAZIONE A DISTANZA

Aggiornamenti in tema di Radioprotezione dei pazienti e degli operatori: medici con attività radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico

La Formazione per la tutela dei professionisti e dei pazienti

 

 

Sanitanova Srl

Progettista di Formazione

Guido Picco


Resp. Scientifico evento

Osvaldo Rampado


Resp. Scientifico evento

Veronica Richetto


Resp. Scientifico evento

Alda Borrè


Dal 1 ottobre 2011 al 24 marzo 2012

Portale Formazione in Sanità

Apri

176,23 euro

Apri

24 Crediti

Personale medico che

svolge attività di radiodiagnostica complementare all'esercizio clinico

Fornire conoscenze radioprotezionistiche ... Apri 

A. O. Centro Traumatologico Ortopedico Maria Adelaide

A. O. Ospedale Infantile Regina Margherita/Sant’Anna

MUST srl

Interview

Antonella Esposito

Responsabile di formazione 

 

La diffusione delle tecnologie e il loro uso hanno modificato il modo di comunicare e di apprendere, in particolare abbiamo l’introduzione di due nuove modalità formative, alternative o ad integrazione delle forme preesistenti in aula e sul campo: l’apprendimento attraverso l’autoistruzione e l’apprendimento come costruzione sociale della conoscenza

 

corso Bramante, 88/90

10126 Torino (TO)

 

tel. 011 6331633

 

gpicco@molinette.piemonte.it www.molinette.piemonte.it

La legge n. 38 del 15 marzo 2010, rappresenta una vera e propria rivoluzione copernicana nella concezione e nella gestione del dolore in Italia.

 

Sostenendo il “diritto di non soffrire” di ogni cittadino, la legge riconosce che il dolore, da solo, può costituire una malattia. La legge disciplina l'esercizio di tale diritto attraverso importanti novità assistenziali, che coinvolgono sia il personale sanitario che i pazienti: programmi di cura convenzionati per malattie e famiglie; risposte ad hoc in ambito pediatrico; formazione del personale sanitario; obbligo per le Regioni di fornire standard omogenei in tutto il Paese, pena la perdita dei fondi stanziati. A testimoniare il cambio di prospettiva che la nuova legge ha comportato, è in primo luogo l'obbligo per medici ed infermieri di monitorare il dolore dei pazienti, a prescindere dalla patologia per la quale vengono ricoverati, allo stesso modo con cui si registra, ad esempio, temperatura o pressione sanguigna.
Pagina SuccessivaAd una tematica di grande attualità come quella del dolore e della sua gestione FORUMECM dedica il primo approfondimento di un'esperienza di eccellenza nel campo della formazione sanitaria.

ForumECM in questo numero propone un corso FAD organizzato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria San Giovanni Battista di Torino in collaborazione con l’ Azienda Ospedaliera Centro Traumatologico Ortopedico Maria Adelaide e l’Ospedale Infantile Regina Margherita Sant’Anna, dallo scorso luglio confluite nell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino.

 

L’argomento trattato riguarda una tematica complessa: la radioprotezione dei pazienti e degli operatori sanitari.

Con l’incalzante progresso delle nuove tecnologie in ambito radiologico ed il ricorso sempre più frequente a procedure radiodiagnostiche, la protezionistica sanitaria ha assunto negli anni sempre maggior importanza. Il termine protezionistica pur prestandosi a molteplici interpretazioni, in ambito sanitario, ha trovato la sua attuazione in un insieme di leggi, norme e procedure rivolte alla tutela non solo dei lavoratori ma anche dei pazienti esposti ad esami e terapie che prevedono l’utilizzo di radiazioni.

 

Il corso, obbligatorio per legge per i medici con attività radiologica complementare, è stato realizzato in ottemperanza alla scadenza quinquennale disposta dal decreto del Ministero della Sanità del 26 maggio 2000 n. 187 art.7, concernente l’accertamento e l’acquisizione delle conoscenze radioprotezionistiche per il personale che opera in ambiti professionali direttamente connessi con l’esposizione medica. Per ottenere l’attestazione ai sensi del D. LGS 187/00 ed assolvere quindi all’obbligo legislativo il professionista oltre al corso FAD e al relativo attestato ECM, ha dovuto sottoporsi ad un test finale a risposta multipla in presenza di una Commissione di esperti.

 

L’organizzazione del corso ha previsto quindi una prima fase di formazione a distanza, con forum tematici moderati dai responsabili scientifici e dai docenti del corso ed un successivo momento in aula di accertamento, con sistema di televoto delle conoscenze acquisite come indicato nella Determinazione Dirigenziale n. 41-13375 del 13 settembre 2004 della Regione Piemonte.

 

Il corso è stato richiesto anche da altre sette Aziende Sanitarie Regionali per un totale di circa 500 medici formati. La formula organizzativa di collaborazione tra aziende consisteva nell’erogazione FAD da parte dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria San Giovanni Battista di Torino e l’espletamento della successiva sessione d’esame in aula in forma autonoma da parte dell’Azienda Sanitaria richiedente.

 

Programma

 

modulo 1. Introduzione

modulo 2. Fondamenti fisici della radiazione

modulo 3. Natura e produzione dei raggi X

modulo 4. Dosimetria

modulo 5. Effetti biologici delle radiazioni

ionizzanti

modulo 6. Radiodiagnostica: aspetti tecnici

modulo 7. Fattori che influenzano la dose e la

qualità dell'immagine

modulo 8. Radioprotezione

modulo 9. Assicurazione di qualità

modulo 10. Pratiche che richiedono attenzione

modulo 11. Gestione del paziente

modulo 12. Radiologia interventistica

modulo 13. Nuove raccomandazioni ICRP

modulo 14. Modulo di test finale

 

Obiettivi

 

Fornire conoscenze radioprotezionistiche come disposto dai decreti lgs 187/00 e 230/95 e s.m.i. per il personale che opera in ambiti professionali direttamente connessi con l'esposizione medica e in particolare al personale medico che svolge attività di radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico.

 

Finalità del corso:

  • Fornire conoscenze radioprotezionistiche come disposto dai decreti lgs 187/00 e 230/95 e s.m.i. per il personale che opera in ambiti professionali direttamente connessi con l'esposizione medica e in particolare al personale medico che svolge attività di radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico
  • Avviare un programma di Formazione Continua in tema di radioprotezione del paziente
  • Aggiornare il personale utilizzatore delle fonti radiogene in materia di protezione sanitaria delle persone contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connesse ad esposizioni mediche, come disposto dal decreto legislativo n. 187/2000
  • Favorire la gestione del rischio fisico anche con riferimento al decreto legislativo n. 230/95 
  • Aggiornare le buone pratiche basate sulle migliori evidenze scientifiche nell'utilizzo delle tecnologie radianti a fini preventivi, diagnostici e terapeutici
  • Tutelare la salute della donna e del bambino e prevenire le patologie neonatali
  • Sostenere l'innovazione tecnologica promuovendo la valutazione dei processi di gestione delle tecnologie biomediche e dei dispositivi medici.

 

Metodologie formative

  • FAD asincrona web-based con tutoring online
  • Macroarticolazione: tredici moduli di contenuto, un modulo test finale on-line, una sessione d’esame in presenza di una Commissione esaminatrice. 


Strumenti e tecnologie 

 

Ambienti di erogazione

 

Caratteristiche materiali didattici

  • 13 moduli di contenuto pubblicati in SCORM 1.2
  • Animazioni in flash
  • Test intermedi , uno per modulo, a schema variabile con soglia di risultato per l’accesso al modulo successivo
  • 1 modulo di test finale a schema variabile. 

 

Percorso FAD

  • Componentistica di primo livello

Glossario

Materiale documentale scaricabile e/o stampabile

Valutazione in itinere

  • Componentistica di secondo livello

Attività di tutoring

Forum

  • Tecnologia di supporto all’esame in aula: sistema digitale televoter

100 telecomandi individuali

Apparato ricevente connesso ad un computer

Software di controllo.

 

Risultati

  • 388 il numero di corsisti iscritti
  • 244 il numero di corsisti formati
  • 244 il numero di schede gradimento. 

 

Risultati schede di gradimento 

 

 

Costo

  • 43.000 euro (fondi aziendali/regionali) dei quali:
  • 40.000 euro per progettazione, sviluppo e pubblicazione moduli 
  • 1.000 euro per revisione corso e pubblicazione modulo integrativo
  • 2.000 euro per docenza e 3 Commissioni d’esame. 

 

Tabella costi

 

 

Progettista di Formazione


Guido Picco

Referente FAD

Azienda Ospedaliera-Universitaria San Giovanni Battista di Torino

Da Luglio 2012 Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino

 

Responsabili Scientifici evento


Osvaldo Rampado

Esperto in Fisica Medica

Struttura Complessa di Fisica Sanitaria

Azienda Ospedaliera-Universitaria San Giovanni Battista di Torino

Da Luglio 2012 Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino

 

Veronica Richetto

Esperto in Fisica Medica

Struttura Semplice di Fisica Sanitaria

Azienda Ospedaliera Ospedale Infantile Regina Margherita/Sant’Anna

Da Luglio 2012 Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino

 

Alda Borrè

Medico Specialista in Radiodiagnostica

Direttore Struttura Complessa di Radiologia - Polo Ospedaliero Maria Adelaide

Azienda Ospedaliera Centro Traumatologico Ortopedico Maria Adelaide

Da Luglio 2012 Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino

 

Docenti Autori

 

Silvia Maria Anglesio - Fisico Sanitario

Ottavio Davini - Medico Radiologo

Andrea Riccardo Filippi - Medico Radioterapista

Francesca Romana Giglioli - Fisico Sanitario

Osvaldo Rampado - Fisico Sanitario

Laura Maria Rizzo - Medico Radiologo

Veronica Rossetti - Fisico Sanitario

Daniele Savio - Medico Radiologo

 

 

12 ottobre 2012



PRECEDENTI ARTICOLI