Stampa Articolo

Suggerisci ad un amico

FORMAZIONE A DISTANZA

Medicina ed assistenza sanitaria multietnica: corretta gestione e comunicazione tra culture diverse

Formarsi condividendo le proprie esperienze professionali

 

 

Sanitanova Srl

Da 5 aprile 2012

al 5 aprile 2013

Piattaforma

 obiettivosanita.it

60 euro

18 Crediti

Tutti gli operatori sanitari

Interview

Andrea Vettori

Responsabile Formazione

Il limite posto dalla scarsa interattività della formazione a distanza può essere almeno in parte ridotto attraverso la possibilità della condivisione delle esperienze, sia tramite la possibilità di postare dei commenti e sia tramite la modalità sperimentata di raccolta delle esperienze dei futuri partecipanti al corso stesso

Rendere efficace un evento di Formazione a Distanza richiede una piattaforma facilmente fruibile, al fine di evitare che le complicazioni tecniche diminuiscano la concentrazione sugli aspetti contenutistici, abbinata a contenuti ben strutturati, con una buona sequenza logica e di facile comprensione

via Francesco Cherubini, 6

20145 Milano

 

tel. 02 89692182

fax 02 22226053

 

info@sanitanova.it info@obiettivosanita.it www.sanitanova.it

Inbox

  • 598 operatori sanitari
  • 391 discenti finali 
  • 16.478 utenti sulle piattaforme Sanitanova dal 2001 
  • 19.388 corsi FAD dal 2001

La legge n. 38 del 15 marzo 2010, rappresenta una vera e propria rivoluzione copernicana nella concezione e nella gestione del dolore in Italia.

 

Sostenendo il “diritto di non soffrire” di ogni cittadino, la legge riconosce che il dolore, da solo, può costituire una malattia. La legge disciplina l'esercizio di tale diritto attraverso importanti novità assistenziali, che coinvolgono sia il personale sanitario che i pazienti: programmi di cura convenzionati per malattie e famiglie; risposte ad hoc in ambito pediatrico; formazione del personale sanitario; obbligo per le Regioni di fornire standard omogenei in tutto il Paese, pena la perdita dei fondi stanziati. A testimoniare il cambio di prospettiva che la nuova legge ha comportato, è in primo luogo l'obbligo per medici ed infermieri di monitorare il dolore dei pazienti, a prescindere dalla patologia per la quale vengono ricoverati, allo stesso modo con cui si registra, ad esempio, temperatura o pressione sanguigna.
Pagina SuccessivaAd una tematica di grande attualità come quella del dolore e della sua gestione FORUMECM dedica il primo approfondimento di un'esperienza di eccellenza nel campo della formazione sanitaria.

In questo numero ForumECM presenta un’esperienza di Formazione a Distanza sulla Medicina ed assistenza sanitaria multietnica.

 

Una tematica di grande attualità e rilevanza, in quanto collegata al fenomeno migratorio che, ormai da diversi anni, interessa l’Europa ed in particolare il nostro Paese, principale “porta” di entrata del vecchio continente per le popolazioni africane.

 

Il fenomeno dell’immigrazione, al quale il Servizio Sanitario Nazionale sta dedicando una crescente attenzione, è un tema rilevante e complesso, sia da un punto di vista numerico che sanitario.

La complessità deriva anche dalla diversità delle opinioni, degli approcci e della visione generale delle persone e dunque anche degli stessi operatori sanitari circa l’immigrazione.

Di riflesso, le risposte che la politica sanitaria ha saputo fornire per il corretto governo di un fenomeno così eterogeneo e variegato sono spesso state carenti di visione unitaria e condivisa e non sufficientemente coordinate.

 

La qualità del corso, proposto da Sanitanova, è il risultato dell’unione di affermati professionisti, di nuove tecnologie e innovativi strumenti gestionali e di un’ormai consolidata esperienza nell’ambito della formazione sanitaria. Un’esperienza accompagnata dalla consapevole dei profondi cambiamenti che il mondo sanitario sta subendo soprattutto in questi ultimi anni.

Ma la novità è stata quella della condivisione di esperienze su questa tematica da parte degli iscritti e i casi riportati nel corso provengono proprio da questa richiesta.

Una scelta importante che si è dimostrata un valido strumento di crescita e di dialogo.

 

 

Descrizione

 

L’intento di Sanitanova è stato quello di fornire una sintetica analisi della situazione che si è venuta inevitabilmente a creare in Sanità e di identificare le norme che regolano il settore, le ricadute per gli operatori sanitari, gli aspetti principali del concetto di comunicazione e gli aspetti della salute in cui l’interculturalità incide in modo determinante rispetto alle modalità di cura e di assistenza.

 

Il Servizio Sanitario Nazionale deve essere ben consapevole che il tema dell’immigrazione influenzerà la politica sanitaria del prossimo decennio, come in parte lo ha fatto in questo primo scorcio di terzo millennio, e che sarà necessario imparare a vivere e convivere con una realtà che ancora non conosciamo pienamente ma che già è delineata.

Il numero dei medici, farmacisti, infermieri e operatori sanitari che quotidianamente si trovano a confrontarsi con culture diverse e diversi modi di interpretare la medicina e il rapporto tra operatore sanitario e assistito è destinato a crescere in termini di quantità e complessità.

 

Inoltre, va evidenziato come sia in costante e progressivo aumento anche il numero di operatori e professionisti del comparto sanitario di origine straniera, che si inseriscono nel nostro Servizio Sanitario Nazionale.

Questo fenomeno, che vede alla base sia l’aumento di coloro che, per integrarsi, entrano nel mondo del lavoro in maniera aperta e disponibile, sia una riduzione di coloro che, non stranieri, rifiutano invece alcuni tipi di attività, non è scevro da aspetti dai quali non si può prescindere. Tra questi occorre considerare la necessità, da parte degli stranieri di confrontarsi con la lingua italiana, il confronto tra persone che vivono l’esperienza di malattia e che sono assistiti da soggetti di provenienze differenti, la barriera dei pregiudizi, la formazione e le caratteristiche culturali, politiche, religiose e professionali differenti per chi proviene da altri Paesi.

 


Programma


Il programma del corso è strutturato in sei moduli che affrontano tutti i diversi aspetti della tematica, partendo da una fotografia del fenomeno per arrivare all’approfondimento delle dinamiche della comunicazione interculturale.

Nello specifico il corso si compone di: 

Modulo 1: Numeri, dinamiche e fenomenologia dell’immigrazione in Italia

Modulo 2: Diritto alla salute

Modulo 3: Gli stranieri non sono tutti uguali

Modulo 4: Il Servizio Sanitario Nazionale al confronto internazionale

Modulo 5: La Religione e la Salute

Modulo 6: Oltre la Torre di Babele: la comunicazione interculturale

 

 

Obiettivi

 

Gli obiettivi di questo corso sono sostanzialmente due.

Innanzitutto quello di fornire un quadro conoscitivo d’insieme in grado di orientare con più efficacia l’operato dei professionisti sanitari che si confrontano con l’interculturalità e la multiculturalità.

Ma al contempo mettere a fattor comune le quotidiane e preziose esperienze professionali, utili a indirizzare con maggiore efficacia ed efficienza le risorse che il Servizio Sanitario Nazionale mette a disposizione dei cittadini immigrati e, in proporzioni via via crescenti, anche attraverso l’operato stesso di cittadini immigrati che operano nella Sanità italiana.

 

 

Metodologie formative

 

Il corso si svolge con la modalità di formazione a distanza, ovvero mediante consultazione del testo on-line e possibilità di scaricare i documenti come pdf.

La novità è stata quella di aver sollecitato la condivisione di esperienze su questo importante tema agli iscritti e i casi riportati sono il risultato di questa richiesta. Questa modalità di condivisione delle informazioni all’interno della comunità di formazione del portale consente di migliorare l’apprendimento in rete, che non è sinonimo di apprendimento tramite la rete internet, ma piuttosto apprendimento tramite la rete dei professionisti che condividono ‘in rete’ le propria conoscenze.

 

 

Strumenti e tecnologie

 

Il corso è stato caricato su piattaforma www.obiettivosanita.it.

 

 

Risultati


Al momento sono iscritti al corso 598 operatori sanitari.

Di questi 391 hanno terminato il corso e il 99% dei discenti ha considerato rilevanti gli argomenti trattati (con il 45% di Molto rilevante), buona la qualità educativa del programma (con il 45% di Eccellente), l’attività efficace (con il 34% di Molto efficace).

In generale, gli utenti che si sono registrati alle piattaforme didattiche di formazione ECM a distanza di Sanitanova, dal 2011 ad oggi, sono 16.478 appartenenti a tutte le professioni sanitarie.

Sono stati erogati nello stesso periodo 19.388 corsi di formazione a distanza, il 90% dei quali sono stati superati con successo.

 

Dai sondaggi di gradimento sottoposti agli utenti che hanno completato i percorsi formativi ECM di Sanitanova, si evincono i seguenti valori di qualità percepita:

  • il 99% in riferimento alla rilevanza contenuti
  • il 99,4% in riferimento alla qualità educativa dei corsi di formazione
  • il 97,8% in riferimento all’efficacia dell’attività per la formazione continua
  • il 99,2% in riferimento all’usabilità della piattaforma FAD Internet utilizzata
  • il 98,8% in riferimento al servizio di assistenza/tutoring fornito a supporto dei corsi.

 

 

 

 

27 agosto 2012



PRECEDENTI ARTICOLI